Malattia di De Quervain

Di cosa si tratta

La malattia di De Quervain è una patologia infiammatoria a carico dei tendini che estendono e allontanano il pollice dal centro della mano. Quando questi tendini si infiammano, aumentano di volume limitando e rendendo più difficile il loro scorrimento a livello di un canale osteo-fibroso, chiamato primo comparto degli estensori.
Questa malattia provoca un dolore molto intenso a livello del polso soprattutto durante le prese di forza, rendendo difficili anche le più semplici attività quotidiane. Spesso questa malattia insorge nelle donne che hanno da poco partorito: il sollevamento del neonato provoca infatti l’infiammazione di questi due tendini.
La diagnosi è tipicamente clinica, qualche volta potrà essere necessario l’ausilio di un’ecografia.

Come si cura

I trattamenti conservativi, come ad esempio l’utilizzo di tutori modellati sul paziente, possono essere utili nelle primissime fasi della patologia.
Il trattamento chirurgico prevede la sezione della parte fibrosa del compartimento per liberare lo scorrimento tendineo ed è di solito efficace. Viene eseguito in anestesia locale e ha una durata di circa 5 minuti. La durata della degenza è di poche ore.
La mano non viene immobilizzata nel post-operatorio, ma ci sarà solo un leggero bendaggio che il paziente dovrà mantenere per circa dieci giorni. La mano si potrà e si dovrà muovere da subito.
La fisioterapia è da considerarsi parte integrante del trattamento, sia per riutilizzare precocemente la mano, sia per il trattamento della cicatrice.